Home
»
Sentieri

SENTIERI - Sommario





I parchi e le riserve naturali in Sicilia custodiscono ambienti eterogenei ricchi di emergenze naturalistiche-paesaggistiche ma anche storico-culturale. Il modo migliore per conoscerli è procedere lentamente, a passo d'uomo, lungo sentieri in passato battuti da contadini, pastori e boscaioli. Di seguito sono presentati alcuni degli itinerari escursionistici più interessanti.
SICILIA
Gli itinerari presentati in questo sito sono strutturati in modo da consentire, al lettore che ha già un’accettabile esperienza escursionistica, di organizzarsi delle piacevoli passeggiate all'interno dei parchi e delle riserve di maggiore interesse naturalistico, paesaggistico, nonché storico-culturale, della Sicilia. Nonostante le descrizioni sono indirizzate principalmente agli amanti [ »»» ]
RISERVA NATURALE ORIENTATA ISOLA DI VULCANO
Questa escursione permette di raggiungere una vetta speciale, non perché è particolarmente alta, anzi è piuttosto modesta, appena 391 m s.l.m., ma perché da sempre è stata teatro di profondi sconvolgimenti, forti esplosioni, eruzioni, improvvise fiammate che hanno acceso la fantasia dell'uomo fino al punto da spingerlo ad identificare il luogo come la fucina di Efesto, dio greco del fuoco chiamato Vulcano dai romani, o ancora come la porta di [ »»» ]
Monte Nero degli Zappini
PARCO NATURALE DELL'ETNA
Il sentiero di seguito descritto è uno di quelli che da solo permette di osservare alcuni degli aspetti più interessanti che caratterizzano il territorio dell'Etna. Nel volgere di poche migliaia di metri si passa dai vasti prati d'alta quota, alle folte formazioni boschive, dalle desertiche colate laviche recenti, a quelle più antiche già colonizzate da piante pioniere, dai manufatti rurali costruiti dall'uomo, alle curiose architetture laviche create dalle [ »»» ]
PARCO FLUVIALE DELL'ALCANTARA
Due sono gli elementi che caratterizzano questo facile percorso nella valle dell'Alcàntara: inizialmente bei giardini di agrumi animati da vecchi caseggiati e manufatti vari, a testimonianza della secolare attività dell'uomo che ha coltivato e plasmato il territorio per ricavarne frutti, riparo e risorse naturali; poi le spettacolari gole di Larderia, alte pareti di basalto modellate, nel corso di più millenni, dall'incessante scorrere delle acque del [ »»» ]
PARCO NATURALE DELLE MADONIE
Il Massiccio dei Cervi, propaggine occidentale del complesso montuoso delle Madonie, contrariamente a quanto possa far pensare una fugace visione panoramica dei versanti, soprattutto quelli meridionali e occidentali - aridi, pietrosi, privi di vegetazione arborea - custodisce alcune delle faggete più estese delle Madonie; boschi che si alternano, di continuo, a vaste [ »»» ]
PARCO NATURALE DELLE MADONIE
Raggiungere la vetta più alta delle Madonie, e la seconda della Sicilia dopo il cono vulcanico dell'Etna, è quanto consente di fare questo itinerario, un percorso che, nonostante i segnavia bianco-rosso del CAI, può mettere a dura prova le capacità di orientamento di ognuno, soprattutto in quei tratti dove non esiste una traccia evidente del sentiero e si cammina tra vaste pietraie. Da evitare, quindi, in caso di brutto tempo e soprattutto di [ »»» ]
PARCO NATURALE DELLE MADONIE
La particolare conformazione assunta dall'incisione apertasi sul fianco meridionale del Massiccio dei Cervi in tempi lontani, a seguito di sprofondamenti e crolli che sono ancora in atto, nota come Padella per l'impressionante somiglianza con questo utensile, è un luogo che da sempre ha attirato l'attenzione delle popolazioni locali e dei forestieri, soprattutto di quelli che sostando nel belvedere di Polizzi possono ammirarla nella [ »»» ]
PARCO NATURALE DEI NEBRODI
Sono paesaggi nordici quelli che ci regala questo bel percorso nel Parco dei Nebrodi. Niente terre brulle, sassose, aride, stereotipo di una Sicilia tutta assolata e arsa, ma fitte faggete, laghetti d'alta quota e, dall'autunno a primavera inoltrata, ruscelli d'acqua limpida, piccoli ristagni, acquitrini. Un angolo di Sicilia che ci aiuta a comprendere, in parte, come doveva essere un tempo quest'isola: ricca di boschi e di fiumi. Il percorso proposto [ »»» ]
RISERVA NATURALE ORIENTATA MONTE SAN CALOGERO
La via più breve per raggiungere la cima del Monte San Calogero, chiamato dai greci di Himera Eurako (bella dorsale), parte dalla contrada Santa Maria, in territorio di Caccamo. Lasciandosi alle spalle l'antichissima abazia basiliana di San Nicola De Nemori (IX secolo d.C.), ormai da lunghissimo tempo adibita ad altri usi, si prosegue in salita sulla stretta strada asfaltata che dopo poche centinaia di metri si trasforma in una sterrata, percorribile [ »»» ]
RISERVA NATURALE ORIENTATA OASI DEL SIMETO
Parlare di un fiume, in una terra spesso nota per problemi di siccità, sembra strano, eppure la Sicilia, isola che ci ha abituato a grandi sorprese in tema di natura, ha un valido rappresentante: il Simeto, il  maggiore dei fiumi siciliani per ampiezza di bacino e per portata d'acqua. Esso nasce sui monti Nebrodi, nei pressi della Serra di Cozzo del Re, e dopo aver attraversato parte della Sicilia orientale, prendendo le acque di numerosi affluenti [ »»» ]
RISERVA N.O. MONTI DI PALAZZO ADRIANO E VALLE DEL SOSIO
Boschi naturali e artificiali, ma anche tanta gariga, macchia mediterranea e, soprattutto, spettacolari panoramiche che si aprono verso ampie valli, profonde gole, pareti rocciose, picchi, terreni coltivati, pascoli, è quanto offre alla vista dell'escursionista l'itinerario di seguito descritto, dando subito l'idea della complessità, ricchezza e bellezza di questo angolo della Sicilia tutelato dai confini della Riserva Naturale Orientata "Monti di Palazzo Adriano [ »»» ]
RISERVA NATURALE ORIENTATA DELLO ZINGARO
La Sicilia, ormai è ben noto, regala al camminatore e al viaggiatore in genere paesaggi sempre nuovi e a volte contrastanti tra loro. Tra questi c'è ne uno particolarmente affascinante perché formato da due elementi che generalmente collochiamo, nel nostro immaginario, in posti lontani tra loro: il mare e la montagna. Diversi sono i tratti della costa siciliana dove montagne e mare si incontrano e si fondono formando un unico paesaggio. Tra [ »»» ]
CEFALU'
Non solo natura, seppur interessante e per certi versi tipica delle zone costiere, ma anche, e forse soprattutto, incantevoli paesaggi, storia millenaria, archeologia che ha incantato i più grandi viaggiatori dell'Ottocento. Ciò è quanto offre questo itinerario che parte direttamente dal centro abitato di Cefalù per inerpicarsi, in breve, sin sulla vetta della Rocca. Il percorso è tutto sommato breve, ma il dislivello di circa 250 metri [ »»» ]



LINK SPONSORIZZATI



Riserva dello Zingaro